NASCE LA TEMPESTA DA UN RESPIRO AMARO (Supplici - primo studio)

Liberamente ispirato al testo di Eschilo - Messinscena collettiva

Montaggio Stefano Gazzarrini   Luci e assistenza tecnica Federico Ricci

con

Mohared Barone Barbara Ferrini Tracy Hale Martina Gori

Alice Lenzi  Emanuela Pimpinella Libera Vicedomini

(e con Federica Rubino e Titta Squeglia - in spiritu)

Si ringraziano vivamente per aver viaggiato un po’ con noi Micaela Casalboni, Silvia Dal Canto, Patricia Manno, Riccardo Massagli, Francesca Squeglia, Alessandro Tognarelli

Nasce la tempesta da un respiro amaro è il risultato di un primo avvicinamento al testo eschileo stimolato, in parte,  anche dal nostro precedente lavoro, Maren, in cui già si affrontava il tema dell’accoglienza.

Dopo aver concentrato lo sguardo su chi accoglie, qui si guarda a chi viene accolto. Mettendo a fuoco la duplicità del concetto di “ospite”.

Un gruppo di donne in fuga, dopo un viaggio per mare e l’approdo a una nuova terra, chiede asilo. Queste donne portano con sé la paura, la rabbia, la dignità di chi è costretto a lasciare il proprio paese natale non per sua colpa, ma per scampare all’ingiustizia e alla violenza.

Al luogo dove arrivano, esse arrecheranno squilibrio e lacerazione. Ma anche la proposta di differenti e possibili modalità di convivenza.

Condividi
TeatroInBìLiKo ©2013 - Tutti i diritti sono riservati.